Quali sono i segreti delle opzioni binarie?
Categories Menu
Sveliamo i segreti delle O.B. chi vince?…chi perde?

Sveliamo i segreti delle O.B. chi vince?…chi perde?

Se nel mercato del forex sono gli stessi investitori che “giocano” l’uno contro l’altro comprando e vendendo contemporaneamente la stessa valuta e facendo variare il prezzo, nelle opzioni binarie gli investitori hanno come avversario le “… … ”  cioè le grandi banche di investimento come  JP Morgan , Merrill LynchMorgan StanleyGoldman Sachs ecc.

Sono queste grandi società che realmente gestiscono tutto il traffico delle opzioni binarie: ognuna di esse utilizza una piattaforma gestita da sociètà più piccole che noi conosciamo come broker che percepiscono una commissione che va dal 2.5% al 4%.

Ogni giorno nella partita che si disputa tra investitori e “……” , perché è sempre quest’ultimo ad avere la meglio? Cosa succede in realtà?

Per ogni singola scadenza di ogni asset, il sistema dei “…..” acquisisce innumerevoli ordini al secondo provenienti da tutto il mondo, e questo sistema riesce a bilanciare in modo sincronico gli importi ordini di acquisto (call) e quelli di vendita (put). Così facendo si troverà alla scadenza avendo acquisito un valore di investimenti call uguale a quello put  e qualunque sarà il risultato dell’opzione in quel momento, incasserà il 100% per la metà degli investimenti perdenti e pagherà l’80% circa per l’altra metà dei perdenti. La differenza sarà tutto il loro guadagno. Praticamente il “….” Non sarà mai perdente.

Il metodo con cui vengono bilanciati gli ordini non è sempre corretto, infatti quando il sistema riceve un valore di investimenti maggiori in una “direzione” , la piattaforma blocca momentaneamente gli ordini in quella direzione dando un “avviso” a all’investitore che varia a secondo della piattaforma.

Il principio che ne esce fuori è che in generale la metà degli investitori vincono mentre l’altra metà perde, ma con percentuali di vincita che sono inferiori a quelle di perdita , pertanto la partita tra investitori e “….” La vincerà sempre e comunque questi ultimi.

Ovviamente per noi investitori non resta che tentare di stare nella “metà” vincente e per farlo dovremo impegnarci al massimo come fosse un lavoro!